Leggi i commenti dei lettori.

Vuoi lasciare un commento, un’idea, un suggerimento? Hai qualche domanda o curiosità?

Questo è il posto giusto.

[I commenti sono moderati]

Questo articolo ha 13 commenti.

  1. Ho letto il libro.
    La storia è avvincente, coinvolgente e le pagine corrono veloci.
    Ho avuto la sensazione di essere spettatore più che lettore per le emozioni che il racconto ha suscitato in me toccando sentimenti profondi, emozioni che mi facevano ” vedere” il racconto. Bravo! Bel lavoro !

  2. quando uno scrittore inconsueto esaudisce i desideri consueti di un’avida lettrice si puo’ solo gioire e sperare che la sua fantasia non abbia confini…

  3. Sono da sempre un appassionato di libri fantasy, esigente nella scelta ho sempre cercato solo quelli che dentro di se avessero un qualcosa di unico, non banale . Il libro di Cristiano Ciardi nella sua lettura mi ha trasportato in un mondo affascinante e feroce allo stesso tempo. Scritto molto bene con cura dei particolari, lo consiglio per chi ama un libro che parla non solo di fantasy, ma che ha dentro di se il mutevole rapporto fra l’uomo e la natura che ci circonda.

  4. COMMOVENTE, non solo il finale!
    L’ho finito purtroppo!
    Ho letto “I Confini di Trisa” giorno per giorno, con calma, lasciando volutamente ogni volta l’appetito non saziato e la voglia crescente di sapere cosa sarebbe accaduto nelle pagine a venire. Non ho voluto divorarlo ma assaporarlo lentamente.
    Un avvicendarsi di frasi e pensieri usciti da una mente ed un cuore, il libro: è stato un crescendo emozionante e sorprendente. Fotografie di avvenimenti, ambientazioni e sentimenti anche contrastanti, descritti con le parole, come colori su un quadro, tinte scelte accuratamente e l’arte raffinata del saperle mescolare e distribuire sulla tela fissando indelebilmente un emozione che sgorga dall’anima e che solo con gli occhi del cuore può essere compresa e condivisa. La lettura mi ha trasposta in un mondo parallelo surreale ed ora è fatica aprire gli occhi ed uscirne senza lasciarmi dietro il rammarico di non poterci far ritorno, rientrarci e continuare l’entusiasmante viaggio.

  5. “Nacque il Regno delle Madri, un mondo nuovo a difesa di tutti i popoli della Terra di Prama…Fonti di primera saggezza, le donne del Regno erano protette e onorate perché considerate di insostituibile valore; libere di seguire qualsiasi aspirazione avessero e di scegliere l’uomo con cui procreare la discendenza…”
    Non si può lasciar passare una ricorrenza come quella di oggi, senza ringraziare Cristiano Ciardi, l’autore di questo originale mondo fantasy con una forte componente femminile, per aver immaginato una terra che ha l’essenza delle donne come nucleo pulsante. Madri, bambine, consigliere, amanti, custodi del cuore e dell’equilibrio psicofisico degli uomini che le proteggono, le rispettano, le ascoltano….le amano! Uomini che, allontanandosi dalla loro prima madre, Madre Natura, si perdono nell’odio e nella brama di potere che tutto incenerisce, tutto distrugge. Allora nessun inutile orpello per una visione così limpida della vita, niente elfi, niente nani o orchi, troll o maghi, solo uomini e animali; nessuno strano dio proveniente da chissà quale aldilà a decidere le sorti dell’essere umano, solo le scelte dei protagonisti, le loro personali responsabilità, le loro straordinarie emozioni. Umiltà, semplicità, ricercarca delle proprie radici, scoperta di sé stessi, coraggio, lealtà, concordia, sono solo alcune delle molte emozioni che vi farà provare questo libro, che è una vera boccata di ossigeno e che si lascia leggere con la stessa piacevolezza di una lunga e comoda passeggiata all’aria aperta……grazie ancora Cristiano e buona lettura a tutti, anzi a tutte!!!

  6. Il debutto di Ciardi sorprende il lettore per la sua semplicità nel raccontare una storia profondamente complessa che va a toccare la superbia dell’uomo nei confronti della natura.
    L’eroe moderno, Efero, che vive in un periodo buio del passato non ben definito, affronta i tre conflitti classici della letteratura: lo scontro con la natura, quello con gli altri e soprattutto, quello con se stesso. L’ eroe turbato di fronte alla giustizia universale non esita di svelare le sue perplessità, insicurezze e debolezze.
    La trama scorre come una danza narrativa che si muove in perfetto equilibrio tra descrizione paesaggistica, dialogo chiaro e denso di contenuto, e riflessione morale. L’ elemento mistico che avvolge ”I Confini di Trisa” contribuisce alla fantasia del libro.
    Ciardi si dimostra brillante, sensibile e fortemente consapevole del turbamento umano nei confronti del regno della natura.,

  7. Che dire….una bellissima sorpresa…..sinceramente il fantasy non è mai stato il mio genere ma con mio stupore l’ho divorato con una voracità inaspettata…Una storia fantastica, ricca di paesaggi, profumi, sentimenti e personaggi incredibili. La lettura scorre veloce, la mente ed il cuore si calano nell’avventura…fino ad immedesimarsi nei vari personaggi. Insomma magico ed emozionante…davvero! Grazie!

  8. Ho letto questo romanzo spronata da un’amica. Poi, incuriosita ho sbirciato il sito e scoperto questo autore sconosciuto, mi sembra alla sua prima prova di scrittore.
    Scrivo per dire a Cristiano Ciardi che il suo libro mi ha inaspettatamente coinvolto, perché è ricco: una scrittura che dipinge i personaggi e la trama con immagini incredibilemente vive, talento di chi sa osservare con il cuore il mondo intorno a sé, compresi questi “umani” così fragili.
    Il tuo modo di scrivere ha uno stile che sarebbe un peccato non coltivare.
    Ma c’è un’altra cosa che mi ha colpito. Non solo hai scritto un romanzo, ma hai avuto il coraggio di autopubblicarti, di promuoverti. Insomma sono ammirata dalla determinazione e la creatività con cui hai lavorato a questo tuo progetto. Quindi hai un doppio merito.
    Spero di avere in futuro notizie di un prossimo episodio di questa saga così appassionanate. Grazie.

  9. Un fantasy notevole,che trae origine da un grandissimo amore per la natura in tutte le sue componenti.
    Lo stile è ricercato, ma non appesantito da tentazioni didattiche ed evidenzia un gusto per il racconto condotto con un linguaggio decisamente personale ed una spiccata sensibilità artistica.
    Le accurate annotazioni realistiche si evolvono in riflessioni emotive per giungere all’approfondimento di forti valori etici, nell’evidente desiderio di un Eden in cui la fratellanza fra gli esseri viventi possa attuarsi armonicamente.
    Il ritmo narrativo è fluido e ben sostenuto nel descrivere l’intrecciarsi dei temi principali, come l’importanza dei legami familiari, il rispetto necessario fra anziani e giovani, il fascino dell’infanzia, il dovere morale di cercare di farsi esempio per gli altri nel seguire le proprie convinzioni.
    Un libro che si legge con piacere ed interesse….in attesa del seguito promesso!!

  10. Ho letto il libro tutto di un fiato! Bellissimo! paesaggi che accompagnano la mente in luoghi dove la natura incontaminata ti scopre l’anima. Vivi un coloratissimo sogno ad occhi aperti. Bellissima opera letteraria, di piacevolissima lettura ma soprattutto una modalità di narrazione avvincente! bravo ! a quando il continuum?

  11. I Confini di Trisa è la risposta migliore se si cerca un fantasy diverso dal solito.
    Il mondo in queste pagine è ancora giovane, la Natura forte e l’uomo debole ma al contempo fiero e rispettoso, quando però rimane fedele ad essa, altrimenti riconosciamo subito l’essere egoista con “mente di metallo e ingranaggi” a cui siamo abituati.
    La lettura scorre veloce, ci si appassiona subito ai personaggi e ai loro pensieri, tanto da diventare veri e propri compagni di avventura.
    Un mondo e una società diversi ma intriganti.
    Insomma, un libro davvero consigliato.
    Non vedo l’ora di leggere il continuo!

  12. Ciao Cristianomi chiamo Stefano e ci siamo conosciuti a Vinci ,volevo scriverti xchè ho appena terminato il tuo libro e volevo dirti che mi è piaciuto molto sopratutto perchè i personaggi sanno di umano,sono pieni corposi e caratterizzati molto bene,si respira quasi il cameratismo fra Efero e i suoi sottoposti. Scritto molto bene la lettura è scorrevole e molto rilassante.
    Ti rinnovo i complimenti e se magari ne scrivi un’altro che sia un seguito oppure un’altra storia…lo leggerò molto volentieri.

    Un saluto

    Stefano

  13. L’animo umano spesso nasconde molto di bello e meraviglioso al mondo..Questo libro è quanto di più si possa rappresentare e raccontare delle fragilità e delle passioni umane…l’amore e la passione per la Madre Terra, per la Natura, per la pace e l’equilibrio per il Tutto. Sono grata a quest’animo per ciò che mi ha trasmesso e fatto desiderare di nuovo..

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Chiudi il menu